Il Centro Italiano di Documentazione Speleologica

Il Centro Italiano di Documentazione Speleologica “Franco Anelli” è una istituzione unica nel suo genere, che raccoglie sotto un’unica struttura una delle più grandi biblioteche a tema speleologico del mondo, comprendente una raccolta di riviste e articoli ed un importante fondo storico di volumi, incisioni, disegni e dipinti, nonché una serie di collezioni minori di materiale cartaceo a tema speleologico.

I materiali del Centro sono di proprietà della Società Speleologica Italiana e dal 1988 depositati ufficialmente (tramite contratto di deposito decennale tacitamente rinnovabile alla scadenza) presso l’Università di Bologna, che ne gestisce l’accessibilità e la fruizione. Il Centro è inserito nel Polo Bibliotecario Bolognese (Polo UBO SBN) dal marzo 2006, con Codice anagrafe nazionale BO0394.

Il CIDS è anche sede della redazione delle principali pubblicazioni della Società Speleologica Italiana, tra cui la rivista Speleologia, le collane dei "Quaderni Didattici", "Narrativa e poesia" e altre opere monografiche. Sino al 2009 anche redazione dell’International Jurnal of Speleology, rivista dell’Union Internationale de Speleologie.

I servizi del CIDS sono accessibili sia direttamente, visitando la sede di Bologna, che attraverso il catalogo (OPAC) via internet. A tal proposito, il CIDS si è fatto promotore del Progetto Speleoteca con lo scopo di realizzare un catalogo collettivo on-line delle biblioteche speleologiche d’Italia.

Storie dai patrocini

SSI Consiglia

  • "Corchia - La Montagna Vuota" a Hells Bells Speleo Award

    Film di Roberto Tronconi patrocinato dalla SSI è in selezione a Trieste per Hells Bells Speleo Award, il concorso cinematografico Alpi Giulie Cinema organizzato dall'Associazione Monte Analogo in collaborazione con la Commissione Eugenio Boegan delle Alpi Giulie.

    Il film verrà proiettato Martedì 18 Febbraio 2020 al Teatro Miela di Trieste alle ore 21:00

    Programma della serata    Trailer

  • Nuove iniziative per il Parco della Lessinia

    la situazione riguardo il taglio del Parco della Lessinia sta precipitando. Dopo l’approvazione inaspettata dalla proposta di legge per la riduzione del parco da parte della II Commissione Ambiente della Regione Veneto, la maggioranza del consiglio regionale sembra intenzionata ad approvarla definitivamente prima del “compleanno” dei trent’anni del Parco (30 gennaio 2020).

    Ragion per cui la manifestazione pubblica CAMMINATA PER IL PARCO DELLA LESSINIA Per dire NO alla riduzione dei suoi confini è stata anticipata a domenica 26 gennaio, con partenza da Conca dei Pàrpari (Roveré Veronese) alle ore 10 e arrivo a San Giorgio (Bosco Chiesanuova) alle ore 12. Il percorso è facile, adatto a tutti e si snoda su strade pubbliche (attraverso le malghe Parparo Veccchio, Pàrparo di Sopra, Pigarol, Grolla, Malera di Sotto). Chi non potesse camminare, potrà raggiungere il gruppo a San Giorgio alle ore 12.00.

    https://www.facebook.com/lessiniafutura

     

Dal Mondo

Federazione Speleologica Europea

Union Internationale de Spéléologie

Dove Siamo

Sede
c/o Università di Bologna
via Zamboni 67 - 40126 - Bologna
Sede operativa
via Enrico Mattei, 92 - 40138 - Bologna
Indirizzo postale
Segreteria SSI CP 6247, 40138 - Bologna
Tel +39 051 534657 (lu-ve 15-17)
Fax +39 051 0922342
Mail: infoATsocissi.it
Mail PEC: segreteriaATpec.socissi.it

Facebook
Instagram
You Tube

Contatti

Codice fiscale 80115570154
Partita Iva 02362100378

 

 

 

Statistiche

Utenti registrati
352
Articoli
579
Visite agli articoli
1686572

Questo sito non utilizza cookie

Info sulla Privacy